greg-segal-7days-garbage-jearaf-11

Gregg Segal e la sua verità quotidiana

“It’s not like I’m pointing the finger at them. I’m pointing it at all of us.”

Di origini californiane, Gregg Segal è un giovane fotografo sociale che utilizza la fotografia come mezzo per esplorare la cultura, le credenze e i valori esaminando varie identità sociali, da senatori a dipendenti dal sesso, senza mai discriminare. Segal tenta di ritagliarsi un proprio spazio nella realtà mescolando la sua capacità artistica con l’editoria e la documentazione storica. Mostra un ampio panorama di diversità culturali per raggiungere più pubblico possibile, rendendo evidenti alcune condizioni disagevoli che caratterizzano la realtà umana ogni giorno.

Lya, Whitney and Kathrin, Gregg Segal, 7 days of garbage 2014-2015
7 DAYS OF GARBAGE, Lya, Whitney and Kathrin 2014-2015

Nel progetto “7 Days of Barbage”, per esempio, l’artista ci pone di fronte al problema della quantità di spazzatura che produciamo quotidianamente ritraendo diverse persone immerse nei propri rifiuti formati in soli sette giorni. Una sorta di psicanalisi di ciò che siamo nel privato, di ciò che amiamo e acquistiamo: siamo sette giorni di cibo desiderato e sbranato, siamo sette giorni di vizi dimenticati e cestinati in segreto. Lo sguardo sociale di Segal risulta davvero forte perché tra sabbia, foreste e acqua i rifiuti galleggiano fra chi li ha consumati, indipendentemente dal ceto sociale o dal format familiare.

james, Gregg Segal, 7 days of garbage 2014-2015
7 DAYS OF GARBAGE, James, 2014-2015

Per la serie “Super Heroes at Home”, Gregg Segal, ha seguito vari personaggi che all’esterno del teatro cinese del Grauman a Hollywood si travestono da super eroi e stars del cinema, molti con la speranza di entrare a far parte del settore. Intenzionato a scoprire quali sono le loro abitudini meno glamour nella vita fuori del lavoro li fotografa nelle proprie abitazioni. Mascherati da icone e pose per le foto con i turisti, sono circondati di un senso illusorio di celebrità ma il pubblico di Segal è in qualche modo rassicurato dal sapere che non importa quanto eccellente si è sul lavoro e con le persone perché la vita è essenzialmente ricca di routine e normalità.

super heroes at home, Gregg Segal, 7 days of garbage, 2014-2015
SUPER HEROES AT HOME, 2006
Superheroes at Home, Greg Segal, 2006
SUPERHEROES AT HOME, 2006

 

Gregg Segal and his daily truths

Californian origin, Gregg Segal is a young social photographer who uses photography as a means to explore the culture, beliefs and values by examining various social identities, as senators for sex addicts, and never discriminate. Segal tries to carve out a space in the reality by mixing his artistic skills with publishing and historical documentation. Shows a wide view of cultural diversity to reach more audience as possible, making evident some uncomfortable conditions that characterize the human reality every day.

In the project “7 Days of Barbage”, for example, the artist confronts us with the problem of the amount of garbage that we produce every day portraying different people immersed in their own waste formats in just seven days. A kind of psychoanalysis of what we are in the private, of what we love and we buy: we are seven days of desired food and mauled, we are seven days of forgotten and discarded in secret vices. The Segal social gaze is very strong because of the sand, forests and water waste floating between those who have consumed them, regardless of social class or family format.

Mariko, Gregg Segal, 7 days of garbage, 2014-2015
7 DAYS OF GARBAGE, Mariko, 2014-2015

For the siries “Super Heroes at Home”, Gregg Segal, has followed various characters outside of Grauman’s Chinese Theatre in Hollywood dress up as super heroes and stars of cinema. Determined to find out what their less glamorous habits in life outside of work photographing them in their homes. Masked by icons and poses for photos with tourists, are surrounded by an illusory sense of celebrities but the public Segal is somehow reassured by the knowledge that no matter how great you are at work and with people because life is essentially full of routine and normality.

Super Heroes, Gregg Segal, 2006
SUPER HEROES, 2006

 

Credits: http://www.boredpanda.com/7-days-of-garbage-trash-pollution-photography-gregg-segal/

Photo Credits: http://www.greggsegal.com/